Parliamo dei norvegesi..

Ebbene sì, un discorso a parte meritano i norvegesi..gente piuttosto particolare..

Sono arrivata qui con alcune idee sulla Norvegia e sui suoi abitanti e alcune si sono rivelate vere, mentre altri aspetti hanno riservato notevoli sorprese.

Cose importanti da sapere sui norvegesi:

– tutti i norvegesi amano la montagna e lo sci (di fondo!!)–> e questo non era difficile da immaginare, con tutte le montagne e la neve che hanno qui. Ma è proprio una cosa che adorano, ogni momento/giorno libero tutta la famiglia va nella casetta in montagna, la “hytte”, sì perché tutte le famiglie ne hanno una. Ci sono proprio dei villaggi solo di casette di legno colorate, dove si va per sciare, camminare in montagna, giocare con la neve e rilassarsi. Più di una volta ho sentito dire che appena i bambini sono in grado di camminare gli mettono un paio di sci ai piedi e via! 🙂 Sono stata un weekend in una di queste casette di montagna ed è stato proprio carino! Ho pure provato lo sci di fondo e devo dire che mi è piaciuto un sacco! Pensavo fosse molto più faticoso e anche un po’ noioso, invece è rilassante, divertente (soprattutto con una bimba di 7 anni a fianco che vuole fare le gare e ovviamente è molto più veloce e più brava di me..) e i paesaggi innevati sono meravigliosi! Credo di non aver mai visto così tanta neve tutta insieme! Intorno alla casa c’erano più di 2 metri di neve..bellissimo saltare giù dal tetto nella neve o stare nella caverna scavata nella neve dalle bambine! 🙂

– i norvegesi sono tutti molto gentili –> ma solo dopo che ci hai avuto un primo contatto per qualche motivo. E’ gente piuttosto riservata, può sembrare chiusa, ma in realtà una volta che conosci qualcuno ti accorgi che sono molto simpatici e gentilissimi! Il problema è iniziare a conoscerli.. Per ora i maggiori rapporti li ho con i genitori delle bambine in palestra, tutti fantastici davvero, fanno a gara a chi mi invita prima a cena, in montagna, in macchina con loro..eheheh! Le altre ragazze che allenano in palestra sono simpatiche, ma tutte molto giovani, e con loro in palestra va tutto bene, ma non ci siamo mai incontrate al di fuori. E’ un po’ complicato poi stringere amicizia con loro, le vedo tutte solo una volta la settimana..ma penso che col tempo migliorerà! Un caso a parte è la mia coinquilina..ha dei momenti di grande socialità, e passiamo tutta la giornata insieme a chiacchierare..poi passa a delle fasi di completa clausura in camera sua e posso non vederla per giorni..mah! Ma credo che sia lei così, non centra con la Norvegia..ihihih!

– i norvegesi mangiano strano –> hanno un’idea tutta loro dei pasti..intanto la costante è il PANE! a colazione si mangia tanto. Tanto pane ovviamente, con marmellata, formaggio, uova, frutta, yogurt.. Poi c’è il pranzo..verso le 11.30-12..che in realtà non è un vero pasto..è pane con sopra tutto quello che vuoi, in ordine casuale..marmellata, gamberetti e maionese, cioccolato, formaggio e salame, salsine strane.. E poi c’è la cena, che si chiama “middag” (“mezzogiorno”..notare..) che è il vero pasto della giornata, ma è tra le 4 e le 6.. Poi ovviamente intorno alle 8-9 hanno fame di nuovo, e via di nuovo con il pane e quello che ci vuoi mettere sopra.. Poi io ho trovato due coinquilini che proprio non sanno cosa sia la cucina, sono due disastri..mi sento una gran cuoca a confronto ed è tutto dire!! Cmq io sto più o meno mantenendo i miei orari e i miei pasti, e gli orari di lavoro lo facilitano, visto che non sono mai a casa prima delle 7, però ogni tanto mi capita di cenare con altri e quindi..alle 5! Olè! Ho anche mangiato lo stufato di renna! E ovviamente tanto tanto salmone e merluzzo!

– i norvegesi sono degli spreconi! –> e questo proprio non lo avrei mai detto!! Pensavo che in termini di ambiente fossero avantissimo..e da un lato in effetti è vero, ma di alcune cose sono rimasta proprio sorpresa.. Prima cosa non c’è la raccolta differenziata; ho visto solo in alcuni grossi supermercati dei bidoni separati, ma nelle strade, nei cortili delle case non esistono. L’unica cosa che separano sono le bottiglie di plastica, perché riconsegnandole al supermercato ti ridanno indietro una corona o due. Poi, le luci: ai norvegesi piace avere tutte le luci accese, sempre, di giorno, di notte, anche quando non sono in casa e nelle stanze in cui non sono. E lo ammettono senza problemi, è una cosa che fanno intenzionalmente. D’altra parte però un pochino se lo possono permettere (anche se non condivido comunque) visto che l’energia è prodotta al 100% da fonti idroelettriche, dato che di acqua e montagne ne hanno in abbondanza. Quindi possiamo dire che sono praticamente autosufficienti e la loro energia “non inquina”, però..  Ma passiamo all’acqua appunto..anche quella usata e sprecata in abbondanza. E ne sono convinti!! “tanto ce n’è così tanta! piove sempre, non so nemmeno cosa sia la siccità, non riesco a immaginarlo” testuali parole di un adulto norvegese. L’acqua a casa, inoltre, non si paga: si paga solo una piccola tariffa annuale di allacciamento all’acquedotto, poi non si pagano le bollette a consumo. Tutti bevono l’acqua del rubinetto (che è buonissima). Però proprio non ci stanno attenti a non sprecarla, ma anzi proprio non ci pensano, non capiscono perché si debba stare attenti all’uso che se ne fa. Mi han detto che in montagna a volte per non rischiare di far gelare i tubi si lasciano i rubinetti aperti perennemente.. aiuto!! Ci devo un po’ riflettere su, ma mi vengono un po’ i brividi..  Va bene che ce n’è in abbondanza, ma mi sembra una visione un po’ troppo chiusa, limitata e quasi egoistica..

– i norvegesi sono “tutti uguali” –> anche questa è stata un po’ una sorpresa. Qui c’è questa grande idea di fondo. Tutti sono e devono essere uguali. Tutti devono avere le stesse opportunità e sentirsi uguali agli altri. Beh detta così sembra un sogno! L’istruzione è completamente gratis dall’asilo all’università (compresa!!) perché tutti devono poter studiare. La sanità è gratis (ma non il medico di base..mah). Gli studenti hanno una specie di “stipendio”. Poi però ci sono anche aspetti strani, una tutela anche un po’ eccessiva dei bambini. I bambini sono tutti uguali e si devono sentire così. Quindi a scuola non esistono i voti fino alle superiori!! niente voti, niente esami, tutti bravi.. Aiuto che roba strana! E nello sport uguale, nella ginnastica ad esempio non possono fare gare ufficiali fino ai 12 anni.. prima possono fare alcune gare ma i punteggi non vengono comunicati a nessuno, né pubblicati e non c’è classifica.. questa cosa è un po’ sconvolgente, ma in parte credo dipenda dalla mentalità e dalle abitudini, noi non potremo mai capirla fino in fondo. A me fa molto strano ad esempio che non abbiano voti a scuola..così facendo mi sembra che una volta che poi arrivi alle superiori e ti accorgi che sei un somaro..beh lì è tardi! Ma forse così è come la vedo io, con la mia esperienza e le mie abitudini, forse qui non funziona così.. Indagherò di più..

– i norvegesi sono molto patriottici –> un sacco di bandiere alle case, la bandiera o la scritta “noway/norge” c’è su tantissimi vestiti, tutti aspettano il 17 maggio, festa nazionale, come l’evento dell’anno. Me l’hanno descritto come una festa enorme, dove tutti partecipano, tutti sono nelle strade, nelle piazze, nelle parate, e tutti con il loro abito tradizionale..non vedo l’ora di vederlo!! Sì, tutti sono molto orgogliosi della norvegia e di essere norvegesi, e da un lato fanno assolutamente bene! Dall’altro ogni tanto mi sembrano un pochino chiusi al loro piccolo universo felice, con poco sguardo verso il resto del mondo, verso il piano internazionale, dell’interrelazione e dell’interconnessione globale. Ma anche questo è un punto che voglio capire meglio e indagherò..

Per ora questi sono i punti più importanti che ho notato, ma probabilmente aggiornerò la lista spesso..

A presto!!! 🙂

Norges Cup – Seconda giornata, Bergen 9-11 marzo

Week end intenso di gare! Tutte le junior all’opera, sia nell’ Internasjonal Klasse che nella Nasjonal Klasse.

Sì perché qui dalle junior in poi si dividono in due grandi categorie, quella nazionale e quella internazionale. Grossomodo possiamo paragonarle al “categoria” e ” specialità” in Italia, infatti fanno rispettivamente 2 e 4 attrezzi a testa.

Si parte ieri sera (hanno questa strana abitudine di far le gare di venerdì..mah)  con le Yngre Junior Intern. (la “prima fascia”, le bimbe al primo anno junior). Qui ho tre bimbe, Andrea, Hanne Sofie e Rebekka, sono piuttosto carine, una poi ha tutte le doti per essere una buona ginnasta..solo che non lo sa ancora! Però sono un po’ indietro, sulle difficoltà, sulla pulizia e sullo stare in pedana in generale. Sto sistemando gli esercizi a tutte e tre e secondo me hanno ampi margini di miglioramento, vedremo! Per ora ieri sono migliorate di un posto, lasciando libera l’ultima posizione..è già qualcosa! 😉

Oggi invece è la volta delle due junior Nasjonal Klasse, Emilie&Emilie! Tutte due se la cavano bene. Una ha alla sua portata un obiettivo importante, qualificarsi per la finale di giugno, dove andranno in 25 (notare che oggi le ginnaste in gara sono 82!! Una gara infinita!). La scorsa gara era 27, ma stavolta fa un gran passo in avanti verso l’obiettivo, aggiudicandosi il 20° posto! Kjempe bra Emilie! 🙂

Domani per non farmi mancare niente andrò a vedere anche le junior int. e le senior! Così finalmente riuscirò a vedere una gara e a vedere le migliori norvegesi in azione!

Insomma, tutto sommato un week end piuttosto soddisfacente (con apprezzamenti sul lavoro svolto anche dalle allenatrici di altre società, che fan sempre piacere). E con tanti nuovi stimoli per lavorare meglio!!

Alla prossima, quindi! Lykke til Fana girls! 🙂

Fana Girls!